• ilGustoelaSalute Lucrezia

ARLECCHINO – IL BURGER DI CARNEVALE.

Aggiornato il: mar 16



Carnevale 2020 - 25 Febbraio

Carnevale 2020 (ambrosiano) 29 febbraio


Eccomi tornata con una ricetta particolare, ora vi spiego perché:

Ho realizzato questo piatto pensando al carnevale.


Prima di raccontarvi nel dettaglio questa mia ricetta vediamo, brevemente, quali sono le origini ed il significato simbolico di questa festività.

Il carnevale, anche se pochi ne conoscono le origini e il significato, fa parte delle usanze del nostro paese. Ancora oggi mantiene intatti i suoi significati simbolici e viene praticata con gioia da molte popolazioni.

Mascherarsi, oggi come allora, consente di poter dare sfogo alle proprie energie senza giudizio e senza provare senso di colpa. Non a caso uno dei detti più famosi riguardanti il Carnevale è appunto:

“A Carnevale ogni scherzo vale”.


Questo significa che, per un giorno, è possibile spogliarsi della propria quotidianità, per lasciare spazio al gioco, allo scherzo ed al sovvertimento delle regole sociali.

È inutile dire che, un esercizio interessante, sarebbe quello di sentirsi liberi di essere se stessi senza portarsi sulle spalle il peso di emozioni quali la vergogna o il senso di colpa.

Detto questo, torniamo alla leggerezza di questa festività che io ho deciso di raccontare attraverso questo mio piatto.


Lo so, in genere a carnevale si realizzano dei dolci ma, in questa occasione, ho deciso di optare per una pietanza salata da realizzare insieme ai più piccoli di casa. Un’occasione in cui i bimbi, magari insieme a qualche amichetto, possono divertirsi sporcandosi le mani con l’impasto realizzando dei burger della forma che preferiscono, per poi andare a colorare il piatto con i vari “coriandoli”.


Un’idea simpatica potrebbe essere quella di proporre, per carnevale, questa ricetta anche a chi di solito consuma hamburger (di carne)… in fondo:


A CARNEVALE OGNI SCHERZO VALE!


La scelta degli ingredienti, che ho deciso di utilizzare per realizzare questo piatto, oltre a conferire sapori e profumi alla ricetta, hanno una vera e propria valenza rappresentativa.


Mi spiego meglio:


Al centro del piatto il protagonista della ricetta :


UN BURGER VEGETALE


Questo sta a rappresentare uno dei significati profondi del carnevale:


CARNEVALE = levare la carne.


(Ottimo anche come “scherzo di carnevale” se decidiamo di proporre questa ricetta, a chi è solito a consumare abitualmente la carne).


Lo stesso (il burger) è immerso in un’esplosione di colori rappresentati dalla crema di zucca, chips di cavolo nero ed il cavolo cappuccio rosso ed i semi di girasole. Questi altro non sono che la rappresentazione dei coriandoli.

In genere, questi ultimi, vengono lanciati verso l’alto con lo spara coriandoli, che nel piatto è rappresentato dal rosmarino. Ho scelto questa pianta aromatica, che ho riposto accanto al burger, in quanto, le sue foglie disegnano perfettamente l’effetto dei coriandoli una volta sparati in aria.

L’aglio posto ai piedi del rametto di rosmarino, sta a riprodurre quello che a carnevale non può mancare: lo scherzo!


Bene, direi che a seguito di questa doverosa prefazione, posso passare alla pratica.

Ecco la ricetta :


ARLECCHINO – BURGER VEGETALE DI CARNEVALE:


Per 3/4 burger:

Ingredienti:

4/5 cucchiai di lenticchie marroni Bio; (già cotte in precedenza);

1 Cipolla rossa Bio;

Qualche foglia di cime di rapa Bio;

3 pomodori secchi Bio;

Qualche oliva nera Bio;

Qualche seme di girasole Bio;

Olio di sesamo scuro Bio;

Sale integrale del mediterraneo;

Uno spicchio d’aglio Bio;

Erbe aromatiche fresche Bio.


Per addensare:

Pangrattato integrale Bio /Farina di mais / riso integrale Bio;


Per la “panatura”:

Pangrattato integrale o farina di mais fumetto


Procedimento:

Mettiamo in ammollo qualche pomodoro secco in acqua fresca;

Tagliamo a rondelle delle olive nere denocciolate;

Affettiamo a velo una cipolla rossa, quindi facciamola appassire dolcemente un un wok insieme ad un filo d'olio, un pizzico di sale e qualche erba aromatica;

Di tanto in tanto aggiungiamo dell'acqua così che l'olio non fumi;

Scottiamo per due minuti qualche foglia di cima di rapa;

In una padella antiaderente facciamo tostare qualche seme di girasole;

Scoliamo i pomodori secchi, strizziamoli e tagliamoli a pezzetti;

In un contenitore uniamo i legumi e tutte le verdure;

Se sono di nostro gradimento possiamo aggiungere qualche cappero;

Frulliamo il tutto con un minipimer (o un frullatore);

Se il composto è troppo umido addensiamolo con del riso integrale stracotto oppure con del pangrattato integrale;

Amalgamiamo bene e, solo se è necessario, sistemiamo di sale;

Con le mani formiamo i burger, quindi passiamoli nel pangrattato integrale o nella farina di mais. Una volta pronti, i burger, possono essere cotti in padella con un filo d'olio insieme ad uno spicchio d’aglio in camicia schiacciato con le mani e qualche aroma;

Terminata la cottura, teniamoli d parte.



Per la zucca:

Ingredienti:

1 tazze di zucca Bio;

1/2 cipolla bianca Bio;

Brodo vegetale Bio q.b.;

Un pizzico di paprika affumicata Bio. (facoltativa)


Procedimento:

Puliamo la zucca eliminando i semi e la buccia;

Tagliamola a dadini e sciacquiamola per bene;

A questo punto, tagliamo finemente la cipolla, quindi facciamola appassire in una padella con dell'olio ed un pizzico di sale.

Aggiungiamo la zucca, mezzo bicchiere di brodo vegetale, ed un pizzico leggerissimo di paprika;

Copriamo la padella e lasciamo cuocere a fiamma dolce, finché la zucca sarà completamente morbida;

Prima di spegnere la fiamma, sistemiamo di sale;

Trasferiamo la zucca in un contenitore dai bordi alti;

Con l'aiuto di un minipimer frulliamo fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea;

Teniamo da parte.

Per il cavolo cappuccio:

Ingredienti:

Qualche foglia di cavolo cappuccio rosso Bio;

Olio di sesamo Bio;

Sale integrale del mediterraneo;


Procedimento:

Affettiamo molto sottilmente le foglie di cavolo dopo averle lavate sotto l’acqua corrente;

Spennelliamo il fondo di una padella con dell’olio di sesamo;

Accendiamo la fiamma, aggiungiamo il cavolo quindi facciamolo saltare per qualche minuto;

A questo punto aggiungiamo un pizzico di sale, copriamo la pentola con il coperchio, regoliamo la fiamma e facciamolo appassire;

A cottura terminata spegniamo la fiamma;

Teniamo da parte.


Chips di cavolo nero:

Ingredienti:

Qualche foglia di cavolo nero Bio;

Olio evo di buona qualità Bio;

Sale integrale del mediterraneo;

Semi di sesamo Bio.


Procedimento:

Laviamo accuratamente le foglie di cavolo nero;

Adagiamo le stesse in una teglia, che avremo precedentemente ricoperto con della carta forno;

Spennelliamo ogni foglia con dell’olio evo;

Aggiungiamo una spolverata di sale e dei semi di sesamo;

Trasferiamo la teglia in forno pre riscaldato 180° per 10-15 minuti;

Estraiamo le chips dal forno e lasciamole raffreddate;

Teniamo da parte.

A questo punto possiamo impiattare il burger insieme alla crema di zucca, il cavolo cappuccio e le chips di cavolo nero.


Un piatto estremamente semplice ma che saprà regalarvi grandissime soddisfazioni.

Buon Appetito!

Sempre con Gusto e Salute.

Lucrezia.


0 visualizzazioni

© 2023 by Massage Therapy. Proudly created with Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now