• ilGustoelaSalute Lucrezia

LA RADICE DI LOTO: UN RIMEDIO MACROBIOTICO CHE AGISCE CONTRO IL MUCO ED IL CATTARRO.


Ciao a tutti oggi voglio parlarvi di un alimento che la macrobiotica considera cibo "medicina", tanto da averne creato un rimedio particolarmente utile nelle stagioni fredde:


LA RADICE DI LOTO


Sin dall’antichità la radice di loto era conosciuta per la sua azione diretta all’apparato respiratorio. La macrobiotica, infatti che, afferma che questa splendida radice, aiuta a sciogliere ed eliminare il catarro (umidità/tan) presente nel sistema respiratorio.


Per questa ragione la radice di loto può essere utile quando si ha la necessità di trattare:


· Tosse e raffreddore;

· Disturbi ai seni nasali (congestione, infiammazione, infezione)

· Malattie polmonari come bronchiti, asma e pertosse.



DECOTTO DI RADICI DI LOTO:



Questo rimedio macrobiotico è, quindi, specifico per i problemi alle vie respiratorie (seni nasali, tossi bagnate, catarro/tan).


INGREDIENTI:

1O cm di radice di loto fresca (oppure 10gr. di radice secca lasciata in ammollo per dieci minuti)

Acqua pari alla quantità del succo ricavato dalla premitura della radice fresca

Un pizzico di sale integrale del mediterraneo

Zenzero fresco (facoltativo)


PROCEDIMENTO CON LA RADICE FRESCA:

Prendere la radice fresca e grattugiarla finemente (senza togliere la buccia);

Quindi, prendiamo con una mano tutta la radice di loto grattugiata e strizzarla ben bene in un pentolino;

(durante quest’operazione ricaveremo molto liquido poiché la radice di loto contiene molta acqua);

A questo punto aggiungere al liquido della radice pari quantità d'acqua;

Aggiungere un pizzico di sale e lasciare bollire per sette/otto minuti;

Aggiungere dello zenzero fresco(facoltativo).


PROCEDIMENTO CON LA RADICE SECCA:

Mettere in ammollo la radice di loto per dieci minuti; A questo punto, tagliare finemente la radice ammollate e riporla nella pentola con la sua acqua di ammollo; Aggiungere una tazza d'acqua (circa), un pizzico di sale quindi, fare bollire per dieci/quindici minuti;

Trascorso il tempo di bollitura filtrare il decotto e berlo (aggiungendo anche lo zenzero fresco se lo si desidera).



N.B. reperire la radice di loto fresca non è facilissimo ma non disperate, potete trovare falcilmente la radice di loto essicata. Io generalmente mi affido a "La Finestra sul Cielo" :


http://lafinestrasulcielo.it/it/prodotti/macrobiotica/specialita-giapponesi/preparati-ed-ingredienti-per-cucina/radice-di-loto-fette-1lotusf/




Vi mando un abbraccio, al prossimo articolo!

Lucrezia,

il Gusto e la Salute.







61 visualizzazioni
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square