• ilGustoelaSalute Lucrezia

PROFONDO INCANTO - la ricetta de il Gusto e la Salute


Ciao a tutti amici de il Gusto e la Salute,

sono tornata con una nuova ricetta tutta dedicata a questa stagione, l'autunno.

In questo piatto, ho voluto ricreare quello che è il significato intrinseco dell'energia del metallo.

La Medicina Tradizionale Cinese insegna che l'autunno è il momento in cui l’energia, sia fisica che mentale, si dirige verso l'interno. Proprio per questa ragione, la caratteristica metallo è legata all'introspezione ed alla meditazione. Lo sguardo, quindi, si dirige all'interno, dove sarà possibile coltivare la propria interiorità per poi condividerla con il mondo intero.

È proprio da questa sfumatura che ho deciso di creare questa ricetta che, non a caso, ho intitolato:

"PROFONDO INCANTO"

Un piatto che vuole raccontare quanto può essere disarmante volgere lo sguardo all'interno e rimanere incantati dalla piacevolezza di riscoprire parti di sé stessi che, per qualche ragione, si è deciso di dimenticare e di non ascoltare.

Ecco il senso della scelta dei tortellini, che, volutamente, hanno la base di sfoglia tonda e non rettangolare come vuole la tradizione. La pasta racchiude un ripieno inusuale, ma che sa sorprendere il palato grazie a sapori e profumi sprigionati dagli ingredienti che ho scelto di impiegare.

La vellutata di cannellini inoltre, oltre ad essere realizzata con il legume che la MTC associa a questa stagione, grazie all'utilizzo dello zenzero ha un sapore deciso e pungente. Questa sfumatura vuole raccontare quelle condizioni esterne, siano queste ambientali e non, che spingono a cercare riparo all'interno di un "luogo" fisico o emotivo.

La consistenza delle chips di cavolo riccio vogliono richiamare , il crepitio tipico del rumore delle foglie secche calpestate, suono che immediatamente rimanda all'autunno, ed al tempo stesso al "vecchio" che abbiamo la necessità di lascir andare, per far spazio al nuovo.

A chiudere il piatto è la dolcezza della crema di zucca ed il profumo del finocchietto. Con questi due elementi ho voluto rappresentare la dolcezza ed i profumi che la vita saprà regalare a chi avrà il coraggio di vivere pienamente ogni cosa.

"Non dimenticare mai che ogni cosa è necessaria e che ogni emozione ha il suo compito. Vivi gli accadimenti con la consapevolezza che la vita è un continuo mutamento.

Non aggrapparti a nulla.

Sii come l'acqua."

Direi che è arrivato il momento di passare alla pratica!

Buon Equilibrio!!!

Ingredienti per due persone:

Per la vellutata di cannellini:

Ingredienti:

1/2 tazza di cannellini Bio;

1 + 1/2 tazze d’acqua;

1/2 carota media Bio;

1/2 cipolla bianca Bio;

1 cm di alga kombu;

Olio evo q.b. (di buona qualità)

Sale integrale del mediterraneo q.b.

2 cm di radice di zenzero fresco Bio.

Procedimento:

Dopo aver lasciato in ammollo i cannellini in acqua fresca insieme all’alga kombu, per tutta la notte, sciacquiamoli bene sotto l’acqua corrente;

Sul fondo di una pentola a pressione adagiamo l’alga kombu (la stessa dell’ammollo);

Dopodiché riponiamo i fagioli nella pentola;

Puliamo, laviamo e tagliamo finemente la carota e la cipolla;

Riponiamo queste ultime nella pentola insieme ai cannellini;

Uniamo poi anche la salvia;

Versiamo nella pentola tre tazze d’acqua;

Chiudiamo la stessa con il coperchio quindi portiamo sul fornello;

Accendiamo la fiamma e portiamo in pressione;

Dal fischio della valvola, abbassiamo la fiamma e lasciamo cuocere per 45 minuti circa;

A cottura terminata, aspettiamo che la pressione si abbassi;

Apriamo la pentola, uniamo il sale ed un olio;

Completiamo la preparazione facendo cuocere per ulteriori 5-8 minuti;

Spegniamo la fiamma;

Trasferiamo la quantità necessaria di cannellini (circa due cucchiai per commensale) in un frullatore;

Uniamo il succo di zenzero ricavato dalla radice fresca;

Frulliamo il tutto fino ad ottenere una vellutala liscia e spumosa.

Teniamo da parte.


…Intanto che i cannellini si cuociono prepariamo la pasta

Per il ripieno della pasta:


Ingredienti:

1/4 broccolo Bio (di media grandezza);

1/2 carota piccola;

1 spicchietto d’aglio Bio;

3-4 pomodori secchi Bio (sciacquati ed ammollati in acqua fresca per almeno 10 minuti);

10 olive nere Bio (di buona qualità);

2 Cucchiani di capperi Bio;

1 cucchiaio raso di pinoli Bio;

Oli evo di buona qualità;

Sale integrale del mediterraneo.

Procedimento:

Riduciamo il broccolo in cimette, quindi sciacquiamolo molto bene sotto l’acqua corrente;

Trasferiamo le cimette in una contenitore con dell’acqua fresca e lasciamo in ammollo per qualche minuto;

Nel frattempo laviamo e tagliamo la carota a cubetti molto piccoli;

In una casseruola antiaderente versiamo un filo d’olio ed un pizzico di sale;

Al suo interno adagiamo lo spicchietto d’aglio in camicia, che avremo precedentemente schiacciato con le mani;

Uniamo poi anche la carota;

Accendiamo la fiamma tenendola molto bassa;

Quanto l’aglio inizierà ad imbrunire eliminiamolo;

A questo punto, lasciamo che la carota appassisca ben-bene, aggiungendo di tanto in tanto poca acqua così che l’olio non raggiunga mai il punto di fumo;

Scoliamo bene le cimette di broccolo;

Adagiamo le stesse nella casseruola insieme alle carote;

Uniamo poi i pomodori secchi tagliati a tocchetti grossolani, le olive, i pinoli ed i capperi;

Sistemiamo di sale (solo se necessario);

Facciamo cuocere il tutto per 3-4 minuti al massimo, avendo cura di aggiungere poca acqua di tanto in tanto;

Il broccolo dovrà risultare croccante alla forchetta (terminerà la cottura insieme alla pasta);

È importante che nella casseruola non ci sia acqua sul fondo. Il tutto dovrà essere ben asciutto;

Spegniamo la fiamma e lasciamo raffreddare per qualche minuto.

Trasferiamo il composto in frullatore, quindi frulliamo bene.

Teniamo da parte.

Per la pasta fresca:


Ingredienti:

110gr. di farina di farro monococco integrale Bio;

40gr. di farina di grano saraceno Bio;

75 gr. di acqua circa;

1 pizzico di sale integrale del mediterraneo.

Procedimento:

Su piano di lavoro versiamo la farina, con le dita creiamo un buco al centro ed aggiungiamo un po’ d’acqua;

Iniziamo quindi ad impastare;

Aggiungiamo man a mano tutta l’acqua fino a raggiungere la giusta consistenza;

A questo punto copriamo l’impasto con della pellicola e lasciamolo riposare in frigorifero per una mezz’oretta;

Trascorsi i 30 minuti riprendiamo l’impasto e, con l’aiuto del mattarello, stendiamolo fino a ricavarne una sfoglia bella sottile.

Aiutandoci con un coppapasta rotondo, dalla sfoglia ricaviamo dei cerchi di circa 5 cm di diametro;

Dedichiamoci alla farcitura e chiusura della pasta fresca:

Dopodiché al centro di ogni disco riponiamo una parte del ripieno;

Piegate verso l'alto il cerchio di sfoglia, così da dare alla pasta la forma della mezza luna;

Con le dita schiacciamo bene le estremità così da chiudere bene la pasta avendo cura di assottigliarla il più possibile;

Appoggiamo adesso la base della pasta ottenuta sul dito indice, con l'auto dell'altra mano, uniamo le due estremità della base attorno al dito con una lieve pressione e girando leggermente verso il basso, cercando di far aderire bene i bordi. Estraiamo con delicatezza il “tortellino tondo” dal dito e adagiatelo su di un canovaccio leggermente infarinato;

Ripetiamo questo passaggio fino a terminare tutta la pasta a nostra disposizione.

Lasciamo la pasta fresca in un luogo fresco su di un canovaccio infarinato

Chips di cavolo riccio:


Ingredienti:

Qualche foglia di cavolo riccio Bio;

Olio evo di buona qualità Bio;

Sale integrale del mediterraneo

Semi di sesamo Bio.

Procedimento:

Laviamo accuratamente le foglie di cavolo riccio;

Adagiamo le stesse in una teglia, che avremo precedentemente ricoperto con della carta forno;

Spennelliamo ogni foglia con dell’olio evo;

Aggiungiamo una spolverata di sale e dei semi di sesamo;

Traferiamo la teglia in forno pre riscaldato 180° per 10-15 minuti (i tempi di cottura variano in base al tipo di forno).

Vi consiglio di seguire la cottura così che il cavolo non si bruci;

Estraiamo le chips dal forno e teniamo da parte.

Per terminare:

In una pentola abbastanza capiente portiamo a bollore dell’acqua;

Dopodiché saliamola;

Tuffiamo la nostra pasta fresca nell’acqua;

Facciamo cuocere la stessa per 3-4 minuti da quando la pasta raggiunge la della pentola.

Scoliamo la pasta, quindi impiattiamola con la crema di cannellini, la polvere di cavolo nero (ricavata dalla sbriciolatura delle chips), qualche goccia di crema di zucca e del finocchietto selvatico fresco.

Buon Appetito sempre con Gusto e Salute!

Lucrezia.

#profondoincanto #ravioliaibroccoliecannellini #autunno

49 visualizzazioni
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

© 2023 by Massage Therapy. Proudly created with Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now