• ilGustoelaSalute Lucrezia

CUCINA: MINIMO SPRECO MASSIMA RESA - I consigli de il Gusto e la Salute.



Ciao a tutti,

Oggi voglio condividere con voi amici de il Gusto e la Salute un articolo un po’ diverso dal solito.

Nessuna ricetta, nessun effetto del cibo sul corpo, piuttosto un piccolo consiglio pratico.

Ho decido di scrivere questo articolo perché spesso quando si parla di cucina, alla comunissima domanda: “cosa prepari da mangiare?” spesso la risposta è: “mah niente di che, non ho molto tempo di stare in cucina!”.

Le giornate della maggior parte di noi spesso sono frenetiche, il tempo è sempre poco: famiglia, figli, lavoro e tutto il resto ci costringono ha optare per pasti veloci, spesso squilibrati , poco sani e altrettanto poco nutrienti.

Ma, è davvero così tanto il tempo che dovremmo passare in cucina se decidessimo di preparare un pasto sano?

Beh, la risposta è: NON SEMPRE!

L’obiettivo di questo articolo non è quello di parlare di chissà quali complicate ricette, ma essere uno spunto di riflessione, o meglio, un consiglio pratico.

Un concetto fondamentale CHE NON VA TRASCURATO è quello di seguire un’alimentazione sempre varia, consumando cibi sempre freschi e di stagione ma, è altrettanto vero che non sempre abbiamo la possibilità di applicare questo FONDAMENTALE concetto in cucina.

Quindi, se dovesse capitare di non avere tempo e soprattutto di non aver troppo rifornimento in dispesa cosa possiamo fare?

E’ presto detto!

Come potete osservare nell’immagine che ho scattato per questo articolo noterete che la stessa verdura è separata in tre recipienti diversi.

Mi spiego meglio: Mentre mi accingevo a preparare da mangiare, ho aperto il frigo e ho deciso di cucinare il mio cavolo cinese biodinamico, utilizzandolo nei seguenti modi:



1). ZUPPA DI MISO:

Ho separato la parte centrale del gambo dalle foglie più grandi per poi tagliarlo molto finemente per farci una zuppa di miso veloce;

2). VERDURA COTTA:

Le foglie dei gambi appena tagliati invece le ho sovrapporte l’une alle altre tagliandole trasversalmente per poi poterle cuocerle al vapore. Le ho quindi utilizzate come verdura a foglia verde croccante e servite di contorno al pasto.

3). VERDURA CRUDA:

Le foglie più piccole e tenere invece ho deciso di utilizzarle come Verdura cruda (la classica insalata) che ho condito con un l’acidulato di umeboshi;

4). ACQUA SAPORITA DI COTTURA DEI CEREALI:

Non solo! l’acqua di cottura del cavolo cotto al vapore, anziché gettarla, l’ho riutilizzata per cuocere il miglio che ho poi servito insieme a delle lenticchie rosse che avevo preparato il giorno prima (ma avrei potuto riutilizzarla anche per cuocere qualsiasi tipo di pasta).

Questo è solo un esempio per mostrarVi che il più delle volte è solo una questione organizzativa, io in 20 minuto avevo pronto un pasto sano e nutriente, senza aver sprecato praticamente nulla della verdura utilizzata.

Ripeto: è sempre buona abitudine consumare dei pasti dove è possibile trovare una buona varietà di verdure, ma piuttosto che consumare alimenti o cibi preconfezionati o surgelati, credo che questa sia un’ottima alternativa in quanto permette di ottimizzare i tempi con il minimo spreco.

Come si usa dire: “MINIMO SPRECO, MASSIMA RESA”.

#cucina #consigliincucina #minimosprecomassimaresa

Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

© 2023 by Massage Therapy. Proudly created with Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now